Fondazione Ambrosiana Paolo VI

Fondazione Ambrosiana Paolo VI

Fondazione Ambrosiana Paolo VI

Istituita per volontà della Santa Sede a Villa Cagnola dall’arcivescovo Giovanni Colombo (13 settembre 1976), la Fondazione ha avuto il vescovo Carlo Colombo come promotore e presidente fino al 1989, quando la responsabilità dell'istituto intitolato a Paolo VI è passata al nuovo Presidente, S.E. mons. Pasquale Macchi.

Con questo innesto sul “vecchio tronco” di Villa Cagnola, divenuta con il suo Istituto un qualificato laboratorio di ricerca e di elaborazione della cultura cattolica, Carlo Colombo intendeva rilanciarne l’attività culturale, portando nuova linfa. Il suo progetto, la cui proposta venne da Paolo VI apprezzata e giudicata suggestiva, anche se «non di facile attuazione», era di costituire alla Gazzada un «Centro per l’Europa cristiana» con la finalità di stimolare nelle coscienze, specialmente giovanili, l’ideale della unificazione europea.

Ispirandosi, come a una sorta di magna charta, allo storico discorso pronunciato dall’arcivescovo Montini il 12 settembre 1958 (in occasione della benedizione della statua di «Nostra Signora d’Europa» a Motta Campodolcino), il primo convegno su «Europa cristiana: progetto» ha esplicitato l’obiettivo della Fondazione di un recupero delle radici cristiane e di una riscoperta del contributo della tradizione cristiana all’unità del Continente, alla ricerca di un «supplemento d’anima» per l’Europa.
Tutto il lavoro successivo, svolto in perfetta sintonia e collaborazione con l’Istituto di Villa Cagnola, ha realizzato convegni, seminari, ricerche interdisciplinari su temi nodali della cultura cristiana, con la partecipazione di studiosi di molti paesi europei, e in particolare l’originale iniziativa, «unica» nel suo genere, delle «settimane di storia religiosa europea», diretta a studiare e documentare il contribuito determinante del cristianesimo alla costituzione e alla crescita dell’identità dei diversi popoli.

Tra le più importanti realizzazioni della Fondazione vanno ricordate la collana di «Storia religiosa della Lombardia» (12 voll., Editrice La Scuola), e le qualificate iniziative promosse, anche con la collaborazione di altre istituzioni culturali e religiose, per tenerne viva la memoria e approfondire gli insegnamenti di Paolo VI, a sottolineare il particolare ed ancora vivo legame ideale con Montini, determinante per le origini e per gli sviluppi anche futuri di Villa Cagnola e dei suoi due istituti

Tel +39 0332.461304
Fax +39 0332.870887
E-Mail: info@villacagnola.it
Sito Web: www.villacagnola.it
Via Guido Cagnola, 21
21045 Gazzada Schianno (VA)

Iscriviti alla Newsletter di Villa Cagnola

Accesso WebMail

 

I NOSTRI EVENTI